Reggio Calabria
 

Conferenza sulla riduzione del rischio sismico a San Giorgio Morgeto

Si è svolto nella giornata di ieri, presso la biblioteca comunale di San Giorgio Morgeto, un importante incontro relativo alla riduzione del rischio sismico organizzato dalla Pubblica Assistenza San Giorgio Soccorso, in collaborazione con la P.A. Croce Viola di Mammola.

Hanno relazionato diverse personalità istituzionali: il dott.Massimo Crescimbene (Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia), l'arch. Concetta Mattia (Rappresentante Anpas Nazionale), la dott.ssa Nicoletta Rossi (Responsabile di Protezione Civile Anpas Calabria), dott.ssa Patrizia Alessio (Responsabile Sala Operativa di PC Anpas Calabria, Formatrice Nazionale Anpas "Responsabili di Campo" e "Operatori di Colonna Mobile Nazionale"), l'avv. Domenico Costarella (Responsabile U.O. 5– Regione Calabria), ing. Antonio Morabito (Responsabile: U.O. 1 - "Gestione Sala Operativa Regionale Unica (SORU) e Coordinamento delle Emergenze), dott.Geol. Michele Folino Gallo (Responsabile U.O. 3 - "Gestione dei Rischi Naturali e Antropici"), dott.Salvatore Valerioti (Sindaco di San Giorgio Morgeto, dott.ssa Miriam Rovere (Formatrice Nazionale INR del DPC). Prezioso anche l'intervento di un altro ospite d'eccellenza, la dott.ssa Angela Napoli (ex Vice Presidente della Commissione Parlamentare Antimafia) e del sig. Tedesco Filippo (Vice Presidente Anpas Calabria – Presidente Lados).

Un'iniziativa svoltasi nel corso della Campagna Nazionale "IO NON RISCHIO", giunta ormai all'ottava edizione, promossa dal Dipartimento di Protezione Civile, da Anpas, INGV e Reluiss. L'obiettivo principale è quello di diffondere fra i cittadini la cultura della prevenzione e le buone pratiche di protezione civile per ridurre l'impatto dei rischi e su cosa fare fattivamente in caso di calamità.

Nel corso dell'incontro ha avuto luogo un importante confronto con i funzionari regionali circa le modalità di gestione delle emergenze, è stato sommariamente illustrato il Piano Comunale di Protezione Civile. La tematica acquisisce una notevole valenza relativamente agli ultimi eventi sismici verificatisi nel nostro territorio che hanno disseminato panico generalizzato tra la popolazione, associato a false informazioni circolanti. Proprio per tale motivo è stato posto un accento anche sui canali di comunicazione, sui social media, sulla distorsione di notizie sugli eventi calamitosi, come proteggersi dalle fake news e come consultare le fonti ufficiali. E' stata altresì illustrata la possibilità di intervenire sulle abitazioni portando in detrazione le spese sostenute grazie al così detto Sismabonus, fornendo indicazioni operative su come attuare questo importante provvedimento nel variegato panorama del patrimonio edilizio esistente. Grande partecipazione non soltanto della cittadinanza pervenuta da tutto il circondario, ma anche da parte degli operatori di protezione civile di Anpas Calabria, che hanno fornito importanti testimonianze sui loro interventi nel corso di emergenze nazionali, territoriali e missioni internazionali.

L'auspicio è che si pensi ad una sorta di trasmissione della conoscenza a tappeto che parte proprio dal volontariato di protezione civile, sensibilizzando le comunità locali affinchè la cittadinanza, le istituzioni, l'associazionismo, le forze dell'ordine, possano agire tutti insieme condividendo azioni che vadano in una duplice direzione: aumentare la consapevolezza, aggiornare le competenze e le conoscenze, al contempo, concretizzando operazioni corali di riqualificazione del territorio e riduzione dei rischi.