Reggio Calabria
 

Caso Chindamo: la famiglia chiede la rimozione dell'articolo. Il Dispaccio mette la tutela della minore davanti al diritto di informare

chindamo maria500ansaRiceviamo e pubblichiamo

"Ill.mo sig. Direttore,
nella qualità di difensore della famiglia della dott.ssa Maria Chindamo specifico quanto segue.
La famiglia Chindamo ha appreso dalla notizia pubblicata sulle colonne del Suo giornale di un episodio di cui sarebbe rimasta vittima a scuola la figlia minore di Maria.
Conoscendo la Sua posizione che è sempre stata di supporto alla famglia affinché si possa giungere alla verità nella dolorosissima vicenda della scomparsa della dott.ssa Maria Chindamo, e posto che sono ancora in corso verifiche sulle modalità dell'episodio su cui la scuola interessata ha da subito dimostrato particolare attenzione, ci s appella alla Sua sensibilità affinchè l'articolo venga immediatamente rimosso.
La richiesta appare, altresì, giustificata anche dalle ripercussioni emotive che , può ben immaginare, potrebbe subire la minore dalla diffusione della notizia.
Cordiali saluti
Avv. Giovanna Cusumano"

Nota del Direttore 

"Motivi di sensibilità e di sincera vicinanza alla famiglia mi spingono ad accogliere la richiesta. Sarebbe infatti inumano e da sciacalli non considerare la dolorosa vicenda che mi viene sottoposta, nella consapevolezza che la tutela della giovane figlia di Maria Chindamo sia in questo momento il bene superiore da difendere. Anche maggiormente rispetto al diritto di informare, che, come è noto, per questa testata è sacro.

Claudio Cordova".