Siccità 2017, le imprese agricole di Motta San Giovanni possono accedere ai benefici di legge

Il Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, con Decreto del 16 gennaio, ha dichiarato l'esistenza del carattere eccezionale dell'evento calamitoso Siccità 2017, verificatesi dal 1 maggio 2017 al 31 agosto 2017.

Tra i territori interessati dall'evento calamitoso c'è pure quello del Comune di Motta San Giovanni e, per tale motivo, le imprese e le cooperative agricole che hanno subito danni possono beneficiare di interventi per favorire la ripresa dell'attività agricola.

Le domande dovranno essere presentate alla Città Metropolitana di Reggio Calabria (Settore 10 Agricoltura, Caccia e Pesca) entro il 12 marzo 2018 utilizzando l'apposita modulistica pubblicata sul sito istituzionale della Città Metropolitana di Reggio Calabria dove, inoltre, è possibile consultare l'avviso.

"L'Amministrazione comunale – commenta l'assessore Domenico Infortuna - segue con molta attenzione il tema dell'agricoltura, dialogando spesso con le associazioni e le cooperative di riferimento. Già nel mese di ottobre – ricorda l'assessore – avendo registrato il malumore di molti agricoltori per i danni subiti a causa della siccità, avevamo raccolto alcune segnalazioni inoltrandole tempestivamente agli organi competenti per rendere ancora più forte la richiesta di riconoscimento di stato di calamità".

"Con il sindaco Giovanni Verduci – aggiunge Infortuna – che da esperto amministratore ha già dimostrato di essere vicino a questo settore con iniziative concrete che hanno promosso lo sviluppo delle realtà agricole, stiamo predisponendo un piano per intervenire sulla viabilità interpoderale, coinvolgere ancora di più il Consorzio di Bonifica, rilanciare il Consorzio Irriguo, consolidare i rapporti con l'associazione degli Imprenditori agricoli mottesi".

"Invito i titolari delle aziende agricole a consultare il sito internet istituzionale della Città Metropolitana di Reggio Calabria (www.cittametropolitana.rc.it) e, in presenza dei requisiti previsti dalla legge, presentare l'apposita domanda. Gli aiuti – conclude l'assessore Infortuna – possono concretizzarsi in contributi in conto capitale, in prestiti ad ammortamento, nella proroga delle operazioni di credito agrario, in agevolazioni previdenziali".

Creato Martedì, 13 Febbraio 2018 17:28