Cosenza
 

Il Comune di Cosenza alla BIT di Milano. Assessore Succurro: “Far crescere ulteriormente la reputazione turistica della città”

Attrarre sempre di più a Cosenza flussi turistici provenienti non solo dal resto del Paese, ma da tutto il mondo. Governare lo sviluppo turistico, facilitando il progresso imprenditoriale e creando nuovi posti di lavoro. Migliorare ulteriormente la reputazione di Cosenza.
Sono queste le sfide lanciate da Rosaria Succurro, Assessore al turismo e marketing territoriale di Palazzo dei Bruzi, alla Borsa Internazionale del Turismo (BIT) di Milano, edizione 2018, dove il Comune di Cosenza non ha fatto mancare la sua presenza anche quest'anno, ospite dello stand della Regione Calabria.
Rosaria Succurro ha partecipato ad un incontro nel corso del quale è stato presentato anche a Milano il progetto "Destinazione Cosenza" attraverso il quale si è pervenuti alla conclusione che la città di Cosenza ha oggi una buona destination reputation, vale a dire una buona considerazione e credibilità, dal punto di vista turistico.
All'incontro hanno preso parte, oltre all'Assessore al turismo e marketing territoriale Rosaria Succurro, il consigliere regionale Michele Mirabello, Gianfranco Manetti, responsabile delle iniziative speciali del "Touring club" e Daniele Donnici, coordinatore dell'Associazione di Promozione Turistica "Città di Cosenza".
"Cosenza – ha detto Rosaria Succurro nel suo intervento - è una città che, grazie alle strategie adottate negli ultimi anni dall'Amministrazione comunale guidata dal Sindaco Mario Occhiuto, ha incrementato i flussi turistici e l'inaugurazione, a fine gennaio, del Ponte di Calatrava ha fatto il resto, rendendo la città ancora più attrattiva ed interessante dal punto di vista internazionale". Succurro ha, inoltre, elencato le azioni che hanno reso la città più bella, accessibile, vivibile e attrattiva: dal BoCs Art Museum alle residenze artistiche che continuano a susseguirsi, dal Castello Svevo, con le sue molteplici attività, alla prossima inaugurazione del Planetario, ai tantissimi eventi culturali legati al Capodanno e, in estate, al Festival delle Invasioni, che hanno migliorato la riconoscibilità turistica di Cosenza.

Ne è prova l'incremento degli arrivi in generale cui si accompagna anche un incremento, negli ultimi anni, degli arrivi stranieri che ha superato il 20%.
"Le strategie adottate – ha aggiunto Succurro - sono andate nella direzione di posizionare Cosenza come destinazione nel mercato turistico, adeguarla alle nuove sfide del XXI secolo, rafforzando il turismo come faro della nostra economia".
Ma non è tutto. "Attraverso un progetto condiviso e costruito con la partecipazione degli stakeholder ed operatori turistici di Cosenza – ha concluso l'Assessore al turismo di Palazzo dei Bruzi – sarà possibile rafforzare la rete di collaborazione, già in itinere, tra pubblico e privato perché solo così si potrà raggiungere l'obiettivo di estendere la notorietà di Cosenza nei mercati turistici, destagionalizzando i soggiorni e aumentando la permanenza media".