Catanzaro
 

Catanzaro, sindacati incontrano Vicepresidente della Giunta regionale e Commissario CORAP

"Il 15 ottobre, nella sede del Dipartimento alle Attività produttive presso la Cittadella, si è svolto l'incontro con il Vicepresidente della Giunta regionale, nella sua qualità di Assessore al Sistema della Logistica e delle Attività produttive, prof. Francesco Russo e del Commissario straordinario del CORAP, d.ssa Guzzo, finalizzato a comprendere il futuro dell'Ente strumentale della Regione Calabria, costituito con D.P.G.R del 29.6.16, n.115 dopo la riforma legislativa dei Consorzi provinciali di Sviluppo industriale". E' quanto comunicano Fp Cgil, Cisl Fp e Uil Fpl in una nota.

I segretari, Baldari FP CGIL, Giordano CISL FP e Pafumi UIL FPL, "hanno chiesto conto, preliminarmente, delle relazioni sindacali, su cui si sono registrati ritardi sia riguardo alle convocazioni sollecitate dalle sigle titolari del confronto in forza della sottoscrizione del contratto, nazionale e decentrato, che della mancata o ritardata applicazione degli istituti del Contratto decentrato".

Gli stessi hanno anche sollecitato il Commissario, nella sua qualità di componente della Giunta nazionale Ficei, "a svolgere un ruolo proattivo nella fase di rinnovo del Contratto Collettivo Nazionale che, attualmente, si trova in una fase di stallo rispetto all'imminente scadenza , non solo, il confronto nazionale preannuncia una proposta da parte datoriale al ribasso rispetto al Contratto nazionale vigente".
I segretari hanno, altresì espresso "tutta la loro preoccupazione per il ritardo riguardo alla regolare erogazione delle retribuzioni e si sono particolarmente soffermati nel chiedere quali siano le prospettive di risanamento economico – finanziario dell'Ente e quale sia la Mission che, in una regione con gravi ritardi e mancate proposte di politica di sviluppo industriale, ad oggi, ha poco investito su l'Ente che dovrebbe essere attore principale in questo settore, a partire dall'emanazione dello Statuto che è atto costitutivo fondamentale.
Il vicepresidente, riconoscendo il valore delle relazioni sindacali con i sindacati firmatari di contratto, separando il piano gestionale dai problemi di pianificazione e programmazione, ha riscontrato le richieste del sindacato, riferendo che, al fine di superare le criticità di sistema e finanziarie, è imminente una riforma legislativa che adegui la presenza e titolarità degli Enti soci e consenta la loro partecipazione alla necessaria ricapitalizzazione del CORAP.
Inoltre, il prof. ha sottolineato la necessità che la stessa "mission" vada riformata, attribuendo all'Ente quella di soggetto attore di sviluppo territoriale con compiti di attivazione di una politica industriale regionale, riorganizzando l'operatività del CORAP non solo sulle infrastrutture ma anche con il ruolo di mediatore dei grandi investitori. In questa direzione si incardina il progetto con il Ministero dell'Interno, in corso di perfezionamento, finanziato con risorse del PON legalità per circa 15 milioni di euro e che concentrerà tutte le attività dell'Ente sulle aree della Zona Economica Speciale. Allo stesso modo , anche con il Ministero dei Trasporti è stata avviata una interlocuzione per un progetto di pari importo, sempre con fondi PON, destinato alle Infrastrutture ed al loro potenziamento.
Sul consistente debito pregresso, il vicepresidente ha comunicato che lo stesso sarà inserito in bilancio secondo le norme del codice civile.
Anche riguardo al conto economico, per come riferito dal Commissario, le previsioni sono positive e, dopo l'azione di risanamento dei conti, è possibile prevedere un trend positivo per almeno tre anni, al netto delle risorse richiamate dai progetti.
Tutto quanto dichiarato conduce ad un ragionevole ottimismo sul futuro dell'Ente e conseguentemente sul futuro dei lavoratori.
Infine, il Commissario ha comunicato che si è conclusa la fase di rateizzazione con l'INPS ed a breve sarà rilasciato il DURC, ciò consentirà lo sblocco dei crediti che potranno essere regolarmente incassati e con la rinnovata liquidità sarà possibile il pagamento regolare delle retribuzioni arretrate e future e degli istituti contrattuali.
L'impegno assunto dal Vicepresidente e dal Commissario, a conclusione dell'incontro, su proposta delle sigle sindacali, è stato di partecipare ad una assemblea aperta a tutti i lavoratori entro due mesi per illustrare dettagliatamente tutti i risultati che le attività e gli accordi in itinere produrranno per il futuro del CORAP e dei lavoratori che continuano a dimostrare pazienza e responsabilità con il loro impegno quotidiano, nonostante tutte le difficoltà e i sacrifici".