Catanzaro
 

I lavori del convegno "La nuova Politica Agricola Comune 2021-2027"

Mercoledì 19 settembre, dalle ore 9.30 alle ore 13.30, presso l'hotel Lamezia di Lamezia Terme, indetto da ANPA-Liberi Agricoltori Calabria, si è tenuto un convegno su: "la nuova Politica Agricola Comune 2021-2027"

I lavori sono stati introdotti e coordinati da Giuseppe Mangone, presidente regionale di ANPA-Liberi Agricoltori Calabria.

Il Prof. Angelo Frascarelli, docente al Dipartimento di Scienze Agrarie dell'Università di Perugia ha illustrato le novità che riguardano i pagamenti diretti mentre il Prof. Maurizio Nicolai, direttore di ARCEA, ha trattato le novità che sono previste per lo Sviluppo Rurale, dai nuovi regolamenti sulla PAC.

Al convegno sono intervenuti: l'On. Massimo Paolucci, parlamentare europeo di LEU, membro della commissione Agricoltura e Sviluppo Rurale; il Dott. Giacomo Giovinazzo nuovo direttore generale del Dipartimento Agricoltura della Regione Calabria; Furio Venarucci, vicepresidente nazionale Liberi Agricoltori; Federica Lotti, direttore nazionale Liberi Agricoltori e, inoltre, numerosi agricoltori, tecnici e dirigenti di ANPA-Liberi Agricoltori.

Al centro del convegno le proposte legislative per la riforma della Politica Agricola Comune valida per il periodo 2021-2027, presentate lo scorso 1° giugno dalla Commissione Europea.

Tali proposte tengono conto dello schema di bilancio pluriennale predisposto dall'Esecutivo europeo per il medesimo settennio.

Le risorse per la PAC ammontano a 365.006 milioni di euro, la destinazione è: 267.485 milioni di euro per i pagamenti diretti agli agricoltori, 19.870 milioni di euro per le misure di mercato, mentre Allo Sviluppo Rurale sono assegnati 78.811 milioni di euro. Vi sono poi altri 10 miliardi di euro a sostegno della ricerca e dell'innovazione nei settori dell'alimentazione, dell'agricoltura, dello sviluppo rurale e della bioeconomia.

Rispetto al 2014-2020 la commissione prevede una riduzione media delle risorse per la PAC di circa IL 5%. La contrazione colpirà per il - 10% lo sviluppo Rurale e per il -4% i pagamenti diretti.

Per l'Italia le risorse previste saranno in totale 24.921 milioni di euro per pagamenti diretti (-3,9%), 8.892 milioni di euro per lo Sviluppo Rurale (- 15,3%) e 2.545 milioni di euro per altre poste pre-allocate (-2,5%).

Le proposte normative contengono importanti modifiche rispetto al 2014-2020.

Bruxelles mantiene compiti di indirizzo e di controllo dell'attuazione degli obbiettivi delegando le scelte agli stati membri che dovranno essere contenute in un piano strategico nazionale, da redigere in accordo con le regioni.

ANPA - LiberiAgricoltori Calabria, ritiene indispensabile uno sforzo eccezionale per fare tutto ciò che è necessario per elaborare la nuova programmazione della Politica Agricola Comune 2021-2027, per compiere le scelte più giuste nell'ambito della maggiore sussidiarietà prevista. Pertanto, invita la regione a promuovere il confronto tra tutte le forze: le organizzazioni agricole, tutte le risorse intellettuali, a partire dall'università, i tecnici impegnati nelle strutture pubbliche e private che in questi anni hanno lavorato sull'attuazione della PAC, sia per i per quanto riguarda i pagamenti diretti sia per lo Sviluppo Rurale, pertanto, conoscono bene le criticità riscontrare e quindi i rimedi da apportare.

Per il programma in corso e, ancor di più, per il 2021-2027, devono essere superate le disfunzioni dei sistemi informativi che generano ritardi insopportabili nei pagamenti alle aziende e, contemporaneamente, va approvata e attuata una profonda riforma di AGEA.