Catanzaro
 

Lamezia Terme (Cz), i vigili del Fuoco incontrano Furgiuele

"Nella tarda mattinata l'Unione Sindacale di Base della Calabria del comparto dei Vigili del Fuoco ha incontrato a Lamezia Terme l'On. Domenico Furgiuele, cui la stessa O.S. in questione ha esposto e denunciato le serissime problematiche che attanagliano quotidianamente tutti i lavoratori sia permanenti che precari di tutto il C.N.VV.F.. I temi affrontati nella riunione sono stati: La scopertura dell'INAIL di tutto il personale operativo permanente e precario VV.F.; una categoria non classificata come Categoria Altamente e Particolarmente Usurante; e la Stabilizzazione di tutto il personale precario VV.F. (in quanto ad oggi il bando con tutti i requisiti non sono stati ancora banditi). Come USB VV.F. della Calabria abbiamo evidenziato ed illustrato nel dettaglio la sopracitata (come da Legge di Stabilità per il 2018), in quanto le prime unità dovranno partire ad Ottobre e ad oggi gli stessi Lavoratori Precari VV.F. si vedono in balia delle onde e con uno status psicologico altamente frustrato. In più allo stesso tavolo è stata portata in primo piano anche la Reinternalizzazione dei Servizi dedicato a tutto il personale precario VV.F. (come da disegno esclusivo dell'USB VV.F. - I 22 PUNTI DI COME CHIUDERE LA PARTITA DEL PRECARIATO NEI VIGILI DEL FUOCO), che si dovrà lavorare con la prossima Legislatura in concomitanza del ripristino del Turn Over al cento per cento.

Cosa ancora più importante, che allo stesso Furgiuele è stata illustrata la Proposta di Legge elaborata e rivendicata esclusivamente dall'Unione Sindacale di Base, il quale il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco deve essere a Capo di tutte le Emergenze e deve essere a Capo soprattutto della Protezione Civile. Inoltre è stato descritto che tutti i paesi facenti parte dell'UE e del mondo, il Corpo dei Pompieri sono a capo di tutte le emergenze anche quelle sanitarie, e non si capisce perché in Italia dobbiamo "mantenere" un ente che è solo di ostacolo al soccorso tecnico urgente dei Vigili del Fuoco (attendiamo risposte ancora sull'elicottero mai volato su Rigopiano e non solo), un ente che si attiva dopo 72 ore dal disastro, quando gli stessi Vigili del Fuoco un secondo dopo sono già sul luogo del disastro – evidenziando che la Protezione Civile non può operare nella zona "rossa", dove ci sono i Vigili del Fuoco perché quella è solo di competenza degli stessi, è inoltre un sistema di sola burocrazia infinita, è un carrozzone di poltrone politiche e soprattutto uno sperpero di denaro pubblico, e mentre i Vigili del Fuoco hanno i mezzi vetusti e fermi per riparazione ed una vastissima carenza di organico, qualcuno gioca al gioco di chi è il più forte. Da oggi per la Proposta di Legge – UNA SOLA PROTEZIONE CIVILE CON A CAPO IL CORPO DEI VIGILI DEL FUOCO - oltre alla Senatrice Bianca Laura Granato anche l'On. Domenico Furgiuele è dalla parte di questo DDL. Ringraziamo pubblicamente l'On. Domenico Furgiuele per la disponibilità data all'Unione Sindacale di Base della Calabria (il solo sindacato rappresentativo nel C.N.VV.F. di tutti i precari VV.F.) per aver dato la massima disponibilità per tutto ciò, evidenziando che nell'arco dei cinque anni si avrà una Stabilizzazione dei precari VV.F. che non ha mai avuto precedenti negli ultimi decenni, poiché è venuto il momento di dire basta alla parola precariato nei Vigili del Fuoco". Lo afferma Giancarlo Silipo del coordinamento regionale Usb Vigili del Fuoco.