Calcio
 

Reggina-Catania, le scelte di Drago: Salandria verso la panchina

drago600di Paolo Ficara - Un girone fa. Solo una papera di Confente, nel finale, consentì al Catania di superare una Reggina totalmente diversa da quella attuale. Basti pensare che l'unica vera occasione capitò sui piedi di Emmausso, per gli amaranto. Ai nove acquisti operati dalla triade Gallo-Iiriti-Taibi, faranno da contraltare gli interventi mirati di Lo Monaco: l'ex Sarno dovrebbe partire dalla panchina, mentre lo spauracchio Di Piazza farà coppia con Marotta in attacco. Entrambi conquistarono da titolari la promozione diretta col Foggia, due stagioni fa.

I due club sono accomunati da un recente avvicendamento in panchina. Al "Granillo" tornerà Walter Novellino, forte delle due vittorie consecutive contro Catanzaro e Juve Stabia. Il suo collega Massimo Drago, probabilmente, si gioca la panchina: "Abbiamo lavorato sotto l'aspetto fisico, aumentando la condizione dei ragazzi che avevano giocato di meno – ha dichiarato Drago nella conferenza pre-gara - Si è lavorato anche sulla testa, cercando di limare gli errori che ci hanno portato a non fare i punti necessari".

In realtà si è lavorato anche sulla tattica, dato che si cambierà ancora modulo. Durante le sedute a porte chiuse, il tecnico crotonese ha sciolto i dubbi in tutti i reparti. In un quasi inedito 4-3-1-2, proposto solo nel secondo tempo di Reggina-Catanzaro 3-4, l'unico sicuro assente è lo squalificato Baclet.

Davanti a Confente, da destra a sinistra, appare certa la presenza di Kirwan, Gasparetto e Conson. A sinistra era stato provato a Solini, ma a circa 24 ore dal fischio d'inizio di Reggina-Catania (domenica alle 14:30, diretta su Sportitalia) il favorito appare Seminara. Nonostante i tre uomini in linea mediana, Salandria non dovrebbe trovare spazio. Mentre Strambelli, terzino sinistro nell'ultimo turno a Pagani, dovrebbe essere catapultato al posto di Baclet in attacco.

Questa la probabile formazione amaranto: 4-3-1-2: Confente; Kirwan, Gasparetto, Conson, Seminara; Zibert, De Falco, Marino; Bellomo; Strambelli, Doumbia.